RAPPORTO FRA INTELLIGENZA E IMPARARE A LEGGERE

maggio 28, 2015 in psicologia milano da admin

Imparare a leggereL’intelligenza dipende da quando si impara a leggere

Lo dimostra uno studio britannico

Per i bambini è meglio imparare a leggere bene prima dei 7 anni. In questo modo le loro probabilità di diventare adulti più intelligenti rispetto ad altri è maggiore. A suggerirlo sono i risultati di uno studio dell’Università di Edimburgo e del King’s College di Londra, pubblicato su Child Development, secondo cui i bambini che già prima dei 7 anni hanno capacità di lettura migliori rispetto agli altri sarebbero destinati a diventare adulti con una migliore intelligenza non solo a livello verbale, ma anche non verbale, ad esempio in termini di capacità di ragionamento.

Lo studio ha coinvolto 1.890 gemelli identici, che in quanto tali condividevano gli stessi geni. Le loro capacità di lettura e la loro intelligenza sono state valutate attraverso test condotti all’età di 7, 9, 10, 12 e 16 anni. Fra i possibili fattori influenti sono state le capacità di lettura prima dei 7 anni a risultare associate all’intelligenza.

Per questo Stuart Ritchie, primo autore dello studio, ha sottolineato che “i bambini che non ricevono un sufficiente aiuto per imparare a leggere potrebbero anche perdersi le importanti proprietà del saper leggere in grado di promuovere l’intelligenza”. “I nostri risultati hanno conseguenze sull’insegnamento della lettura – ha commentato Ritchie, ricordando che “la lettura è una capacità che può essere migliorata”. “Correggere precocemente le difficoltà a leggere – ha evidenziato il ricercatore – potrebbe favorire non solo l’alfabetizzazione, ma anche, più in generale, le capacità cognitive che rivestono un’importanza critica durante tutta la vita”.

wwww.centroamamente.it

http://salute24.ilsole24ore.com