Parliamo di Disturbo ossessivo-compulsivo

Ottobre 17, 2013 in disturbo ossessivo compulsivo, psicologia milano da admin

DISTURBO OSSESSIVO COMPULSIVO

Vi √® capitato di verificare la chiusura della porta di casa o dell’automobile pi√Ļ di una volta di seguito?

E….una volta che lo avete fatto, vi √® di nuovo tornato il dubbio?

Abitualmente, se siamo sicuri non ci pensiamo pi√Ļ. Questo succede perch√© il nostro cervello effettua dei controlli costanti, non eseguiti coscientemente, che ci garantiscono la nostra sicurezza. Coloro che sono affetti dal disturbo ossessivo-compulsivo (Doc) subiscono un’alterazione di questo processo, non raggiungendo la conclusione „Äälogica„Äčdelle proprie azioni. Il Doc viene spesso chiamato disturbo nascosto, in ragione del fatto che nella maggior parte dei casi chi ne soffre lo tiene nascosto; a tutt’oggi risulta difficile riconoscere di aver bisogno di aiuto, identificare il disturbo e quindi trattarlo.

Le ossessioni sono pensieri (ad esempio, l’idea di essere contaminati da germi), impulsi (ad esempio, tic) o immagini (ad esempio, la visione della morte del proprio fratello) involontari, intrusivi e ricorrenti che provocano una elevata ansiet√°; invece le compulsioni sono comportamenti (ad esempio, lavarsi in continuazione) o atti mentali (ad esempio pregare) volontari che cercano di distrarre l’attenzione dall’ossessione o diminuire l’ansiet√° che essa provoca.

Una percentuale del 70% circa delle persone affette dal Doc soffre tanto di ossessioni che di compulsioni.

Centro Distubo ossessivo compulsivo Milano